Cerca
categorie Punti di interesse

Scavi di Sibari

Le prime esplorazioni archeologiche che portarono poi all’identificazione degli Scavi di Sibari, ebbero inizio nei primi anni del Novecento ad opera di due archeologi, Umberto Zanotti Bianco e Paola Zancati [...]

Leggi tutto >>

Laguna di Grado

La laguna di Grado si colloca nella zona dell’Alto Adriatico e si estende da Fossalon di Grado sino all’Isola di Anfora. Nel complesso la laguna occupa una superficie di circa [...]

Leggi tutto >>

Stadio San Nicola

Lo stadio di San Nicola è il più importante impianto sportivo della città di Bari, oltre ad essere uno degli stadi più grandi d’Italia con i sui 58.270 posti a [...]

Leggi tutto >>

Forte di Fenestrelle

Regione: Piemonte
Località: Fenestrelle

Il Forte di Fenestrelle è un magnifico complesso fortificato la cui costruzione risale al 18esimo secolo, presso la località di Fenestrelle in Val Chisone.
A causa delle sue dimensioni e del particolare sviluppo della sua architettura lungo il fianco sinistro della valle si è soliti definire il Forte di Fenestrelle anche come la grande muraglia armata piemontese.
Nel 1999 il Forte di Fenestrelle è stato eletto simbolo della Provincia di Torino e nel 2007 il World Monuments Fund ha deciso di inserire questo complesso nella lista dei 100 siti storici ed archeologici di maggior rilevanza mondiale a a maggior rischio.
La sua costruzione ebbe inizio come detto nel 18esimo secolo su progetto dell’ingegnere Ignazio Bertola, sebbene la struttura venne completata solo un secolo più tardi. L’incarico di edificare questo complesso, che aveva essenzialmente la funzione di fungere da struttura difensiva del confine italo-francese, venne conferito a Bertola dal Re di Sardegna che ritenne inadeguato il sistema difensivo della valle.
Il complesso venne concepito come una struttura a serravalle sul versante sinistro orografico, comprendente i tre forti di San Carlo, Tre Denti e Valli, le tre Ridotte, Carlo Alberto, Santa Barbara e Porte, e le due Batterie, Scoglio e Ospedale, collegate tra loro da una sola scala di ben 400 gradini. I lavori ebbero inizio intorno al 1728 nella parte alta, in cima al Monte Pinaia grazie alla realizzazione delle tre Ridotte di Elmo, Sant’Antonio e Belvedere che insieme andarono a formare il Forte Delle Valli.
Mano a mano che i lavori scendevano a valle si procedette prima ad una integrazione della preesistente ridotta costruita dai francesi, il Forte Tre Denti, e successivamente, nel 1731, si avviò la costruzione del forte da basso, ovvero del Forte San Carlo che doveva essere il più esteso dell’intero complesso.
Vittorio Emanuele II che aveva dato il via ai lavori ne vide sono una parte completata, visto che con l’abdicazione anche la guida dei lavori del forte passarono al figlio Carlo Emanuele III. Negli anni numerosi architetti ed ingegneri si occuparono del Forte i cui lavori furono portati a termine solo un secolo dopo l’inizio.
Oggi, dopo un lungo periodo di abbandono tra 1943 e il 1990, sono iniziati lavori di restauro che hanno permesso di aprire il Forte al pubblico.
Da precisare che questo complesso viene erroneamente definito come forte in quanto in realtà si tratta di una serie di strutture fortificate indipendenti tra loro che ricoprono complessivamente 1.350.000 metri quadrati, sviluppandosi per oltre tre chilometri su un dislivello di circa 650 metri.
Si tratta della più grande fortezza settecentesca a serravalle esistente al mondo ed è, più genericamente, la seconda costruzione militare antica del pianeta in termini di lunghezza complessiva, seconda solo alla grande muraglia cinese.

Come arrivare:

• In aereo: scalo all’aeroporto di Torino Caselle, distante circa 60 Km. La società autolinee SAPAV (www.sapav.it) garantisce i collegamenti interni alla valle con più corse giornaliere in coincidenza con l’orario della linea Torino – Perosa Argentina
• In auto: dalla tangenziale di Torino imboccando a Stupinigi la strada statale n. 23 (SS23) del Sestriere oppure l’autostrada di recente costruzione passante per Orbassano/Volvera. Dalla val di Susa immettersi sulla strada statale n. 24 (SS24) direzione Cesana Torinese quindi seguire la strada statale n. 23 (SS23) direzione Sestriere e proseguire verso Fenestrelle. La val Chisone e Fenestrelle è facilmente accessibile dalla Francia attraverso il colle del Sestriere, utilizzando il valico del Monginevro o il traforo autostradale del Frejus (Km. 35 da Briançon)
• In autobus: In autobus, (autolinee SAPAV) con numerose corse giornaliere da Torino, via Pinerolo, e con una corsa giornaliera dalla Francia (Briançon, Gap, Marsiglia e Grenoble).
• In treno: avvalendosi della linea Torino – Pinerolo (www.trenitalia.com) coincidenza con le autolinee SAPAV

Orari
Da Settembre a Giugno
Lun – Giov – Ven – Sab – Dom: 10.00-12.00/14.30-18.00
Luglio e Agosto tutti i giorni con il medesimo orario

Indirizzo e contatti:
Via del Forte – 10060 Fenestrelle (TO)
Tel: 0121.83.600
Email: info@fortedifenestrelle.com

Nelle vicinanze (in un raggio di 1 Km)

Hotel vicino Forte di Fenestrelle

Fatal error: Call to a member function fetch_object() on a non-object in /var/www/gh.ryhab.com/wp-content/themes/grandihotel/poicontent.php on line 120 Call Stack: 0.0001 646312 1. {main}() /var/www/gh.ryhab.com/index.php:0 0.0002 653048 2. require('/var/www/gh.ryhab.com/wp-blog-header.php') /var/www/gh.ryhab.com/index.php:17 5.7526 95486432 3. require_once('/var/www/gh.ryhab.com/wp-includes/template-loader.php') /var/www/gh.ryhab.com/wp-blog-header.php:16 5.7689 95502032 4. include('/var/www/gh.ryhab.com/wp-content/themes/grandihotel/index.php') /var/www/gh.ryhab.com/wp-includes/template-loader.php:61 6.1571 95997456 5. include('/var/www/gh.ryhab.com/wp-content/themes/grandihotel/poicontent.php') /var/www/gh.ryhab.com/wp-content/themes/grandihotel/index.php:26