Cerca
categorie Punti di interesse

Scavi di Sibari

Le prime esplorazioni archeologiche che portarono poi all’identificazione degli Scavi di Sibari, ebbero inizio nei primi anni del Novecento ad opera di due archeologi, Umberto Zanotti Bianco e Paola Zancati [...]

Leggi tutto >>

Laguna di Grado

La laguna di Grado si colloca nella zona dell’Alto Adriatico e si estende da Fossalon di Grado sino all’Isola di Anfora. Nel complesso la laguna occupa una superficie di circa [...]

Leggi tutto >>

Stadio San Nicola

Lo stadio di San Nicola è il più importante impianto sportivo della città di Bari, oltre ad essere uno degli stadi più grandi d’Italia con i sui 58.270 posti a [...]

Leggi tutto >>

Museo Archeologico Nazionale delle Marche

Regione: Marche
Località: Ancona

Situato ad Ancona, il Museo Archeologico Nazionale delle Marche è situato presso il cinquecentesco palazzo Ferretti, e al suo interno sono contenute importanti collezioni grazie alle quali è possibile ricostruire in modo pressochè completo la preistoria del territorio marchigiano. Oltre a questa amplissima sezione sono presenti all’interno del Museo Archeologico Nazionale delle Marche anche ricche collezioni relative alla civiltà romana, greca e a quella dei Galli Senoni.
Istituito nel 1863 dalla Regia Commissione Conservatrice delle Marche, il Museo aveva originariamente il nome di Gabinetto paleoetnografico ed archeologico delle Marche; la sua progressiva estensione ed allargamento si ebbe successivamente grazie ai contributi apportati da Carisio Ciavarini. Proprio questo ampliamento portò a traslocare il museo presso le Regie Scuole Tecniche, dove il museo rimase dal 1868 al 1877. Di qui venne nuovamente trasferito a Palazzo degli Anziani da dove nel 1884 passò nell’ex-Convento di San Domenico, dove assunse la denominazione di Museo di Ancona. Un nuovo trasferimento si ebbe nel 1898 nelle sale dell’ex-Convento degli Scalzi in Via Duomo.
Questi continui spostamenti erano chiaramente anche la logica conseguenza del continuo ampliarsi delle collezioni ospitate, in virtù delle quali il museo riuscì anche ad ottenere nel 1906 il riconoscimento statale e il nome di Museo Archeologico Nazionale delle Marche; un riconoscimento, questo, certamente da non sottovalutare soprattutto se si considera il fatto che all’epoca erano solo 8 le strutture ad essere onorate dalla medesima definizione, ovvero il Museo Nazionale Romano, il Museo Nazionale Preistorico, il Museo Nazionale Etrusco, il Museo di Napoli, il Museo di Firenze, il Museo di Parma, il Museo di Cagliari, di Taranto e di Parma.
Nella location del convento degli Scalzi il museo rimase sino al 1923, anno nel corso del quale fu poi trasferito nei più spaziosi locali del Convento di San Francesco alle Scale dove venne ufficialmente inaugurato alla presenza del re Vittorio Emanuele III.
Questo nuovo spostamento comportò anche un netto miglioramento della struttura museale che venne resa molto più adeguata alla ricchezza delle collezioni ospitate; a quel tempo le sezioni museali erano essenzialmente tre, ovvero preistorica, picena e gallica mentre alcuni settori specifici erano stati dedicati alle collezioni numismatiche e alle ricche raccolte di reperti provenienti dalla necropoli picena di Numana e da quella greco-romana di Ancona.
Nel corso della Seconda Guerra Mondiale il museo venne pesantemente danneggiato e si dovette attendere sino al 1958 per mettere mano all’attuale allestimento presso la sede di Palazzo Ferretti. Il terremoto che colpì Ancona nel 1972 portò ad una nuova chiusura che si è protratta sino al 1988.
Da quella data il museo ha poi conosciuto un’apertura graduale di tutte le sue sezioni, iniziando da quella protostorica e preistorica, per poi proseguire con quella dell’Età del Rame e del Bronzo e infine con quella ellenistica. Non sono state, invece, ancora riaperte le sezioni romane, quella altomedioevale e quella numismatica.

Orari di apertura
1 luglio-21 agosto martedì, mercoledì, giovedì, sabato e domenica 8.30-19.30, venerdì 13.30-00.30; 22 agosto-30 maggio dal martedì alla domenica 8.30-19.30. Chiuso il lunedì
Prezzi
Intero: 4€ 4,00
Ridotto: dai 18 ai 25 anni e docenti in attività € 2,00
Gratuito: fino a 18 ed oltre 65 anni, studenti delle facoltà di Architettura, Storia e Conservazione dei Beni Culturali, Lettere (indirizzo archeologico) e dell’Accademia di Belle Arti

Nelle vicinanze (in un raggio di 1 Km)

Hotel vicino Museo Archeologico Nazionale delle Marche

Fatal error: Call to a member function fetch_object() on a non-object in /var/www/gh.ryhab.com/wp-content/themes/grandihotel/poicontent.php on line 120 Call Stack: 0.0001 647144 1. {main}() /var/www/gh.ryhab.com/index.php:0 0.0002 653880 2. require('/var/www/gh.ryhab.com/wp-blog-header.php') /var/www/gh.ryhab.com/index.php:17 3.3492 95486864 3. require_once('/var/www/gh.ryhab.com/wp-includes/template-loader.php') /var/www/gh.ryhab.com/wp-blog-header.php:16 3.3565 95502464 4. include('/var/www/gh.ryhab.com/wp-content/themes/grandihotel/index.php') /var/www/gh.ryhab.com/wp-includes/template-loader.php:61 3.6586 95999304 5. include('/var/www/gh.ryhab.com/wp-content/themes/grandihotel/poicontent.php') /var/www/gh.ryhab.com/wp-content/themes/grandihotel/index.php:26