Cerca
categorie
News ed eventi

Cosa fare d’estate a Cesenatico

Sono tantissime le cose da fare d’estate a Cesenatico, l’importante è partire carichi di entusiasmo, con la voglia di andare alla scoperta delle meraviglie del luogo attrezzati con un po’ [...]

Leggi tutto >>

Bed and Breakfast, soluzione perfetta per visitare i Castelli Romani

Il bed and breakfast è assolutamente la soluzione perfetta per visitare i Castelli Romani. Non c’è quasi tempo per altro se avete deciso di andare in esplorazione, si parte al [...]

Leggi tutto >>

Le Colline del Chianti

La Toscana è considerata una delle regioni più belle, non solo d’Italia, ma del mondo. Bellezza nella bellezza, in Toscana, troviamo una vasta area collinare, tra Firenze e Siena, denominata [...]

Leggi tutto >>

Il “ritardo” di Carducci: il vino, in Toscana, si gusta già a Settembre

Data evento: 01 January 1970
Località evento: 

Le bottiglie, in Toscana, verranno metaforicamente stappate nella seconda metà di settembre: in questo giorno, infatti, tutta la regione inizierà a diventare un enorme teatro di numerose feste. Cercate cibi genuini, vino buono, specialità alimentari tipiche della Toscana? Nelle ultime settimane di settembre non avrete praticamente il tempo di cercare: tutto ciò che desiderate vi sarà continuamente sotto gli occhi come in un mirabolante Paese dei Balocchi che comprende le zone del Chianti e Montalcino, la località di Chiusi e Castelfalfi. Se avete intenzione di prenotare un hotel in provincia di Firenze quindi tenete a mente che in questi giorni anche molti altri turisti potrebbero aver deciso di lasciarsi travolgere dall’ebbrezza, se non ancora del vino frutto della recente vendemmia, almeno dello spirito di festa. Chi intende arricchire il proprio “curriculum di viaggiatore” con un tour enogastronomico in giro per la Toscana potrebbe proprio far partire la propria vacanza in concomitanza all’inizio delle feste dedicate all’uva e al vino.

Carducci in fatto di vino e di Toscana la sapeva lunga: come dimenticare la sua poesia “San Martino”? La ricorrenza a cui la lirica si riferisce cade nel mese di novembre eppure c’è un fil rouge che lega le feste che animano gli abitanti di tutta la regione (e che riempiono gli hotel in Toscana anche di turisti) nel corso di settembre al giorno dedicato a San Martino. A settembre, in Toscana, la nebbia è in genere ancora lontana e non sale sui colli: ma, mentre quei colli fertili finiscono di portare in grembo l’uva, il mare potrebbe mettersi a urlare anche senza i colpi del maestrale. Ad agitare le onde è sufficiente l’entusiasmo per l’imminente vendemmia.
L’odore aspro dei vini a settembre, ovviamente, non è ancora una realtà così tangibile da poter andarsene a spasso per le vie dei borghi cittadini e bussare alle porte dei palazzi e degli alberghi della Toscana: eppure per “rallegrare gli animi” basta la promessa di botti presto piene. Settembre è un mese di raccolta mica a caso: si raccoglie l’uva e si raccolgono le speranze in un vino che sarà presto una delizia per il palato.
Nelle feste che rendono settembre un mese perfetto per essere trascorso in Toscana l’inizio del periodo della vendemmia si inaugura a suon di bicchieri colmi di buon vino ma, in queste feste, non ci si limita a bere: accanto a ogni calice straripante c’è sempre un piatto pieno di specialità alimentari tipiche di questi luoghi.
Perché non organizzare una vacanza settembrina e fuggire in Toscana? Il Resort Castelfalfi.it, così come i tanti resort disseminati sul territorio come uva nei grappoli, sarebbe lieto di accogliervi. Perché allora non ritagliarsi qualche giorno di relax proprio mentre tutti rientrano dalle ferie e regalarsi un viaggio in Toscana del tutto simile a tour enogastronomico in miniatura reso possibile dal particolare periodo dell’anno? In un batter d’occhio, dopo aver disfatto le vostre valigie in uno dei tanti hotel in Toscana, vi ritrovereste intenti a sorseggiare del buon vino accompagnato da un gustoso piatto di carne: magari proprio quella carne che nella poesia del Carducci il cacciatore era intento a cucinare.
Di certo con una settimana o un weekend in Toscana a Settembre di rossastro nella vostra mente ci sarebbe solo il vino: nessun pensiero nero volerebbe più al tramonto.