Cerca
News ed eventi

CineCibo 2011: dal 25 al 27 novembre a Salerno

Dal 25 al 27 novembre si terrà a Salerno la prima edizione di CineCibo, un innovativo progetto socio-culturale che si proporrà di unire due sfere distinte ma strettamente connesse: quella [...]

Leggi tutto >>

Fiera Del Baratto e dell’usato: 26 e 27 novembre a Napoli

Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con la fiera del Baratto e dell’Usato che si terrà il 26 e 27 novembre presso la mostra d’Oltremare di Napoli. Un appuntamento ormai divenuto fisso [...]

Leggi tutto >>

Caserta Rock Fest: l’8 e 9 settembre a Caserta

Dopo il grande successo delle precedenti edizioni, si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con il Caserta Rock Fest, che si svolgerà l’8 e 9 settembre a Caserta. La location scelta per [...]

Leggi tutto >>

Campania

cartina

Il territorio della Campania si estende per 13.595 km² ed è suddiviso nelle cinque Provincie di Napoli, Avellino, Benevento, Salerno e Caserta, per una popolazione di circa quasi sei milioni di abitanti. Terra di grandi ricchezze naturali, artistiche e storiche, la Campania è una delle regioni italiane a maggior vocazione turistica. E non potrebbe essere altrimenti, visto che ben il 60% del patrimonio archeologico nazionale è custodito in questa Regione, il cui territorio abbonda di bellezze paesaggistiche, di un’ampia ricchezza ecologica e naturale, di mari incantevoli, di litorali che lasciano senza fiato, di tradizioni e di sapori antichi davvero senza eguali. 
Non è stato quindi un caso che già i Romani avessero battezzato questo territorio “Campania Felix”, ovvero Campania Prosperosa, a sottolinearne, appunto, il grande e variegato patrimonio che nel corso dei secoli si è andato ulteriormente arricchendo, facendo oggi della Campania la meta ideale per chiunque decida di lanciarsi in un grand tour. 
Nessun turista rimarrà deluso da un soggiorno in Campania, terra capace di coniugare mare e montagna, arte e cultura dando vita ad un mix armonico di suggestioni alle quali nessuno sarà capace di resistere.

Il turismo di mare

Punta di diamante della regione il turismo di mare che ha nella Costiera Amalfitana e Sorrentina e nella Costa del Cilento le sue località più belle e rinomate non solo in Italia ma anche all’estero e le isole di Ischia, Capri e Procida, famose in tutto il mondo per le loro bellezze naturali.
La Costiera Amalfitana, detta anche Divina Costiera, estendendosi per circa 50 chilometri, racchiude al suo interno una serie di meravigliose località che vanno da Vietri sul Mare fino a Positano e agli incantevoli borghi e cittadine delle zone interne. Zone così incontaminate, nelle quali le bellezze naturali e paesaggistiche hanno mantenuto intatto il loro originario splendore, che l’UNESCO le ha addirittura dichiarate  patrimonio culturale e mondiale dell’umanità.
Altrettanto suggestiva, sebbene di fascino diverso, è la Costiera Sorrentina, penisola che separa il Golfo di Napoli da quello di Sorrento, completamente attraversata dalla catena montuosa dei Monti Lattari che arrivano fino al mare, terminano a Punta Campanella. Caratterizzata da bellezze paesaggistiche e naturalistiche dal sapore marcatamente decadente, la Penisola Sorrentina è riuscita a conquistarsi un posto di rispetto nel turismo internazionale, grazie al fascino di località come Sorrento, Vico Equense e Massalubrense dove ci sono gli hotel più “in” della regione e alle sue numerose specialità eno-grastronomiche, come la mozzarella di Agerola, il provolone del Monaco, la pasta di Gragnano e il famossissimo Limoncello.

Il turismo culturale

Gli appassionati d’arte e di cultura non sapranno davvero da dove iniziare per riscoprire tutte le bellezze archeologiche e storiche che il territorio campano è in grado di offrire.
Si potrebbe partire dai siti archeologici e da “perle” come gli scavi di Pompei, Ercolano e Torre Annunziata, i Campi Flegrei o Paestum, assolutamente unici al mondo, proseguendo poi il viaggio alla volta della celebre Reggia di Caserta, imponente Palazzo Reale di 1200 stanze e 1790 finestre, dotato di un parco che si estende per ben tre chilometri di lunghezza e 120 ettari di superficie. Oltre alla Reggia Vanvitelliana vale la pena visitare anche la suggestiva Caserta Vecchia, borgo antichissimo nel quale il tempo pare essersi bloccato.  E ovviamente non si può non fare un salto a Napoli, città che Stendhal paragonò a Parigi e che di certo rappresenta al meglio la grande varietà e la bellezza dell’intera regione.  Con il suo poetico Golfo, le sue stradine tortuose, i suoi monumenti antichi , i palazzi, le sue quasi 500 chiese monumentali, i suoi sotterranei misteriosi, Napoli riesce ad offrire ai propri visitatori tante attrattive e luoghi suggestivi: il Maschio Angioino, il Teatro San Carlo, il Palazzo Reale di Capodimonte, il Palazzo Reale,  Santa Chiara, la Chiesa dello Spirito Santo, San Gregorio Armeno, Palazzo Gravina, i Decumani, sono solo alcuni dei volti di questa città che, tra continue contraddizioni, mantiene intatta la sua innata capacità di soggiogare chiunque la visiti con il suo fascino eterno.

La cucina campana

Infine non si può non citare la grande gastronomia campana, la cui cucina è stata attentamente studiata da Ancel Key e poi denominata dieta mediterranea, e alla cui base vi è un unico binomio: semplicità e gusto.  Tra i piatti tipici del territorio la pizza, la pasta, i pomodori di San Marzano e la mozzarella di bufala la fanno da padroni, accompagnati dai vini  gustosi e corposi e dal gusto intenso. Un capitolo a parte lo hanno i prodotti di pasticceria, famosi in tutto il mondo i dolci come le sfogliatelle e la pastiera