Cerca
headregioni
News ed eventi

CineCibo 2011: dal 25 al 27 novembre a Salerno

Dal 25 al 27 novembre si terrà a Salerno la prima edizione di CineCibo, un innovativo progetto socio-culturale che si proporrà di unire due sfere distinte ma strettamente connesse: quella [...]

Leggi tutto >>

Fiera Del Baratto e dell’usato: 26 e 27 novembre a Napoli

Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con la fiera del Baratto e dell’Usato che si terrà il 26 e 27 novembre presso la mostra d’Oltremare di Napoli. Un appuntamento ormai divenuto fisso [...]

Leggi tutto >>

Caserta Rock Fest: l’8 e 9 settembre a Caserta

Dopo il grande successo delle precedenti edizioni, si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con il Caserta Rock Fest, che si svolgerà l’8 e 9 settembre a Caserta. La location scelta per [...]

Leggi tutto >>

Informazioni turistiche su Maiori

Maiori, comune della Costiera Amalfitana dichiarato nel 1997 patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, presenta delle origini piuttosto incerte sulle quali si sono scontrate diverse ipotesi storiche. Alcuni ritengono che a fondarla siano stati i Romani che le diedero l’appellativo di “Reghinna Major” per distinguerla dalla vicina “Reghinna Minor”, mentre altri sostengono che le sue origini siano molto più antiche e da far risalire addirittura agli Etruschi. Quest’ultima tesi pare aver maggior fondamento e riconduce la città all’antichissima Cossa, una cittadina etrusca che sarebbe stata il primitivo nucleo urbano dell’odierna Maiori.
A caratterizza questo magnifico comune della Costiera Amalfitana è un suggestivo mix di bellezze naturali e storiche che si fondono l’uno con l’altra dando vita a luoghi di grande attrattiva che, non a caso, attirano tutti gli anni moltissimi visitatori italiani e stranieri.

Da vedere

Tanti quindi i luoghi da visitare e gli edifici da ammirare, partendo dalla Chiesa di San Francesco, del 1405 e situata nella zona della Grotta dell’Annunziata, e continuando poi verso quello che viene considerato il più importante edificio artistico della cittadina, la Chiesa di Santa Maria a Mare, la cui costruzione risale al 1100, presentando come caratteristica la bella cupola maiolicata e un campanile risalente al XVIII secolo. Questa chiesa, ristrutturata nel corso dei secoli, ospita presso la cripta un museo che mette in risalto un paliotto inglese in alabastro del XV secolo.
Assolutamente da non perdere è anche il Santuario dell’Avvocata che sorge sul ripiano del Monte Mirteto ai piedi del Monte Falerzio a circa 900 metri sul livello del mare. La storia della costruzione del Santuario è legata ad un episodio mistico: nel 1470 il pastore Gabriello Cinnamo ricevette per ben due volte la visione della S.S. Vergine, evento in seguito al quale decise di dedicarsi alla vita devota. Ottenuto il permesso dell’abate di S. Maria de Olearia, decise di costruire nella grotta del miracolo un altare dedicato alla Vergine, sotto il titolo di Avvocata. Dopo la diffusione della notizia del miracolo, si decise di costruire sulla sommità della rupe una chiesa con campanile e convento annesso dove poi venne ospitato un nutrito gruppo di eremiti.
Tra gli altri edifici religiosi si consiglia la visita alla Chiesa di Santa Maria de Olearia, una preziosa testimonianza dell’arte e dell’architettura dell’Alto Medioevo, mentre tra gli edifici civili da vedere sono il Castello di S. Nicola de Thoroplano, ubicato sull’omonimo colle e dal quale è possibile dominare con lo sguardo tutto il paese, il Palazzo Mezzacapo, costruito proprio nel centro della città e testimonianza del grande splendore conosciuto da Maiori, e infine il Baluardo di S. Sebastiano, del quale sono rimasti solo alcuni tratti della lunga muraglia che serviva da difesa alla città.
Come ogni comune della Costiera Amalfitana, anche Maiori offre tantissimi luoghi di grande interesse naturalistico: da vedere sono senza dubbio le grotte, in particolar modo le Grotte Pandane, dove è possibile ammirare numerose stalattiti e il magnifico fondale di un azzurro intenso. Da vedere anche le torri le più antiche delle quali risalgono all’epoca del Regno di Carlo I d’Angiò e la cui funzione era quella di garantire la protezione della cittadina dagli assalti dei nemici; le più conosciute sono le torri di Eriche e di Capo d’Orso.

Foto di Maiori

Località nella stessa regione

Strutture in rilievo

Minihotel Iris
Bed and Breakfast Maiori