Cerca
headregioni
News ed eventi

CineCibo 2011: dal 25 al 27 novembre a Salerno

Dal 25 al 27 novembre si terrà a Salerno la prima edizione di CineCibo, un innovativo progetto socio-culturale che si proporrà di unire due sfere distinte ma strettamente connesse: quella [...]

Leggi tutto >>

Fiera Del Baratto e dell’usato: 26 e 27 novembre a Napoli

Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con la fiera del Baratto e dell’Usato che si terrà il 26 e 27 novembre presso la mostra d’Oltremare di Napoli. Un appuntamento ormai divenuto fisso [...]

Leggi tutto >>

Caserta Rock Fest: l’8 e 9 settembre a Caserta

Dopo il grande successo delle precedenti edizioni, si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con il Caserta Rock Fest, che si svolgerà l’8 e 9 settembre a Caserta. La location scelta per [...]

Leggi tutto >>

Informazioni turistiche su Minori

Originariamente chiamata “Reginna”, l’odierna Minori faceva parte di “Regina Maior” e la sua fondazione sarebbe da attribuire agli Etruschi che, molto probabilmente, fondarono anche Maiori. Molto importante fu la presenza dei Romani i quali diedero un grande impulso allo sviluppo urbanistico della città, soprattutto costruendo ville e residenze delle quali ancora oggi rimangono numerose testimonianze. Per quanto concerne i primi nuclei abitativi è certo che i primi abitanti di Minori erano disposti diversamente dal paesaggio attuale concentrandosi nella zona del Borgo di Forcella dove venne anche fondata la Chiesa di San Maffeo.
Grazie alla sua ottima posizione geografica, Minori divenne ben presto terra di conquista soprattutto da parte degli Amalfitani e dei vari nobili di Scala, Ravello, oltre che del poter ecclesiastico del quale divenne anche cantiere, arsenale e sede vescovile.
Come tutti gli altri paesi della Costiera Amalfitana, anche Minori conobbe periodi di grande splendore e di rovinosa decadenza, come avvenne ad esempio nel 1656 quando la città venne colpita dalla peste che provocò la morte della metà della popolazione.

Da vedere

La visita alla città può avere inizio dalla resti della magnifica Villa Romana, risalente al I secolo d.C. e della quale si è conservato il pianterreno. La Villa venne rinvenuta nel 1932 durante alcuni lavori di ristrutturazione che fecero venire alla luce una grossa buca all’interno della quale la bella residenza romana era stata sepolta. Si ritiene che la villa venne edificata per volere dei patrizi campani che ne fecero una sorta di residenza di vacanza; di particolare interesse nell’ambito della costruzione sono l’impianto termale strettamente connesso a quello idraulico, il quale si caratterizza per una grande ricercatezza tecnica, e l’antiquarium, presso il quale venivano conservate le opere d’arte.
Sul lungomare è invece possibile ammirare la bella Basilica di S. Trofimena, la cui costruzione originaria dovrebbe risalire all’anno 1000, sebbene l’edificio sia stato rimaneggiato nel corso del XIX secolo. Tra gli altri edifici religiosi meritano di essere visitati anche la Chiesa di Santa Lucia, costruita in località “alla fiumara” nel X secolo, la Chiesa di San Gennaro e Giuliano, situata su un’altura denominata Villamena, e la Chiesa di Santa Maria del Rosario, comunicante con la Chiesa di San Gennaro e San Giuliano, e presso la quale anticamente aveva sede la Confraternita della Madonna del Rosario. Tra le altre cose da vedere si segnala anche il Panile dell’Annunziata il quale si eleva su un omonimo rione attualmente composto da un manipolo di case immerse tra il verde dei vigneti.

eventi

Per quanto concerne le tradizioni molto forte a Minori sono i festeggiamenti legati alla venerazione di S. Trofimena, le cui reliquie vennero qui trasportate intorno al V secolo; la Santa viene infatti venerata per ben cinque volte all’anno (il lunedì dell’Albis, il 13 luglio, il 5 e il 27 novembre e il 10 dicembre).
Per quanto concerne la gastronomia, Minori è famosa per i tagliolini al limone, il risotto con gli agrumi e gamberetti, gli “scialatielli” allo scoglio e una particolare pasta fatta a mano impastata con ricotta locale e condita con filetti di pomodoro. Tra gli altri prodotti si ricordano la Caprese Bianca, dolce cinquecentesco, “a sprucculata”, i “susamielli”, le “zeppole e patane”, le “chiacchiere” e le famose “zeppole di San Giuseppe”.

Foto di Minori

fotogalleryfotogalleryfotogalleryfotogallery
Powered by

Località nella stessa regione

Strutture in rilievo

Palazzo Vingius
Bed and Breakfast minori

hotel europa
Hotel tre stelle minori

villa marietta
Bed and Breakfast campanile dell'annunziata