Cerca
News ed eventi

SoundPark Festival 2011 a Brugnera

Tona per il decimo anno consecutivo l’appuntamento con SoundPark festival che si svolgerà dal 25 al 27 agosto presso Villa Varda a Brugnano. Un grande evento, ormai divenuto fisso, che [...]

Leggi tutto >>

Fumetti per Gioco 2011

Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con il festival Fumetti per Gioco, che si svolgerà il 25 e 26 giugno a Trieste presso il Salone degli Incanti. Promosso ed organizzato dall’Associazione [...]

Leggi tutto >>

Fiera della Musica: l’8 e 9 luglio ad Azzano Decimo

Torna che quest’anno l’appuntamento con la fiera della Musica, che si svolgerà l’8 e 9 luglio ad Azzando Decimo in Provincia di Pordenone. Ideato nel 2000, la Fiera della Musica [...]

Leggi tutto >>

Friuli Venezia Giulia

cartina

Il Friuli Venezia Giulia si presenta come una regione dalla morfologia piuttosto varia, essendo caratterizzata dalla presenza di montagne, come  le Alpi Carniche, di ampie zone pianeggianti, come la Pianura Padana, dalle quali si giunge poi fino al mare grazie al Golfo di Trieste.
Una varietà che pare ancor più sorprendente se si pensa al fatto che montagna, collina e mare convivono nel raggio di appena 100 chilometri, circondandosi di una natura incontaminata e di bellezza unica.
E’ stato probabilmente proprio il suo vasto patrimonio naturale e paesaggistico a permettere al Friuli Venezia Giulia di sviluppare una forte vocazione turistica, il cui sviluppo, però, è sempre andato di pari passo con il rispetto del verde e dei magnifici paesaggi che caratterizzano questi luoghi.
Regione a Statuto Speciale, il Friuli-Venezia Giulia conta oggi quattro province: Gorizia, Pordenone, Udine e Trieste. Alle prime tre corrisponde il Friuli, mentre la Venezia Giulia si riferisce oggi a Trieste, mentre nei primi anni del 900’ comprendeva anche molti territori del Kustenland austriaco.
La grande varietà del suo paesaggio naturale e la sua storia, antica e travagliata, hanno permesso lo sviluppo di un turismo molto eterogeneo, che spazia dalla vacanza in montagna per gli amanti dello sci, della neve e di paesaggi incontaminati, a quella al mare, passando per il florido turismo di stampo prettamente culturale.

Il turismo montano

Chi ama la montagna non può non visitare quelle del Friuli Venezia Giulia, perfetto mix di sensazioni davvero irripetibili. Qui, infatti, ci si potrà imbattere in una natura intatta, in boschetti incontaminati e di selvaggia bellezza, parchi naturali, canyon mozzafiato, laghi incantevoli, vette impressionanti, aria tersa, insomma in un vero e proprio viaggio tra il verde e l’azzurro. Tra le località più suggestive si devono citare Carnia, Piancavallo, Tarvisio, adagiate sulle Dolomiti friulane,  le Alpi e Prealpi Carniche e Giulie, dove sia d’estate che d’inverno è possibile trascorrere dei soggiorni in hotel davvero indimenticabili.

Il turismo balneare

Affacciate sull’alto Adriatico, in pochi chilometri si succedono le lunghe e sabbiose spiagge della pittoresca Grado, isola d’oro dalle fattezze veneziane, e impreziosita da un dedalo di isolotti che vanno a formare la laguna, e il litorale della scoppiettante Lignano, vera e propria oasi di divertimento e relax, a metà strada tra Venezia e Trieste. 
Appena più ad Est troviamo la costa delle bianche falesie che da Duino giunge fino a Trieste. Questa costa è il regno di piccole baie circondate da scogli e da una folta vegetazione tipicamente mediterranea, dove sarà possibile ammirare scorci mozzafiato, come il famoso sentiero Rilke. E come dimenticare la Riviera della Barcala o i bagni di Trieste, dove è possibile tuffarsi a pochi passi da una delle città più mitteleuropee che esistano.

Il turismo storico/culturale

Infine il turismo culturale che in Friuli Venezia Giulia è molto florido, grazie al ricco patrimonio artistico di questa regione che, essendo stata terra di Romani, di Longobardi, di Veneziani e degli Asburgo, è divenuta  oggi un vero scrigno di tesori.
Chi decide di trascorrere le proprie vacanze in Friuli, potrà ammirare un intreccio fittissimo tra culture e popoli diversi che nel corso del tempo ha dato vita ad un patrimonio artistico del tutto particolare nel suo genere, proprio perché fusione di “ingredienti” diversi.
Da visitare senza dubbio Trieste, ricca di architetture asburgiche e di caffè antichi, e caratterizzata dalla presenza di un mare che nei secoli l’ha resa una città cosmopolita, dove si intrecciano culture e credi differenti come il culto cattolico, quello evangelico, valdese, serbo-ortodosso, greco-ortodosso, ebraico, dando vita ad un mix culturale e religioso davvero unico nel suo genere. E come non fare un salto a Gorizia, la città giardino, a Udine, impreziosita dai capolavori di Giambattista Tiepolo e da eleganti costruzioni in perfetto stile liberty, a Pordenone, la città dei portici e dei palazzi. E ad incantarvi in Friuli Venezia Giulia non saranno solo le grandi città, ma anche piccoli centri come Aquileia, detta la seconda Roma visto che questa località detiene il più vasto ciclo paleocristiano a mosaico d’Occidente, San Daniele, la Siena friulana, Cividale, la sede del primo ducato longobardo d’Italia, Codroipo, ultima residenza dei Dogi di Venezia.
E si potrebbe continuare all’infinito elencando tutte le attrattive ed i  tesori di questa regione che ha fatto dell’eterogeneità, della fusione e dell’intreccio tra culture, luoghi e paesaggi diversi il suo magico tratto distintivo.