Cerca
headregioni
News ed eventi

“Gusti di Frontiera”: sapori in fiera dal 23 al 26 settembre a Gorizia

La cucina italiana ed europea in mostra a Gorizia nell’ambito della rassegna enogastronomica “Gusti di Frontiera”, per una 4 giorni all’insegna del gusto e della buona tavola. Dal 23 al [...]

Leggi tutto >>

Informazioni turistiche su Gorizia

Le origini di Gorizia risalgono al Medioevo, quando intorno all’anno 1000, la città era diventata una importante sede di contea. Autonoma fino al 1500, anno in cui morì l’ultimo reggente, Gorizia è poi passata sotto il controllo degli Asburgo, rimando annessa all’Austria quasi ininterrottamente fino alla Prima Guerra Mondiale.
I  luoghi da visitare sono molti, nonostante alcuni edifici di valenza storica ed artistica siano andati distrutti nel corso della guerra.

Da vedere

Tra le bellezze della città assolutamente da vedere c’è il Castello, situato nella parte alta della città e costruito intorno XI secolo. L’edificio è tipicamente medioevale,forma pentagonale, mura di cinta e torri angolari, e conserva intatto il suo aspetto possente, grazie anche agli importanti restauri eseguiti in seguito alla Prima Guerra mondiale. All’interno del Castello è ospitato il Museo del Folklore ed una  Pinacoteca, ricca di opere di artisti tedeschi e veneziani, il tutto senza dimenticare che il Castello è oggi anche sede dei più importanti appuntamenti culturali e manifestazioni artistiche della città.
Addentrandosi nel borgo più antico di Gorizia è possibile imbattersi in due importanti palazzi storici, il Dornberg e il Tasso, nonché nei Musei Provinciali presso i quali sono conservate collezioni legate alle tradizioni della città, ma anche alla storia contemporanea, grazie ad importanti reperti e testimonianze della prima guerra mondiale.Altro edificio importante della città, anch’esso purtroppo parzialmente distrutto nel corso della guerra, è il Duomo sul quale, tuttavia, gli interventi di restauro sono riusciti a riportarlo all’antico splendore e a conservare intatta la sua struttura originaria. Al suo interno da vedere sono i monumenti funebri di cittadini illustri e la Cappella gotica, un esempio di rara bellezza.
Un’ importanza particolare riveste anche la Chiesa di S.Ignazio, costruita per volere dei Gesuiti intorno al 1600 e completata solo un secolo dopo grazie all’intervento di uno dei più importanti architetti dell’età tardo Barocco romano, Andrea Pozzo.
Oltre agli edifici religiosi, Gorizia conserva anche importanti palazzi storici tra i quali il più conosciuto è il Palazzo Attems-Petzenstein, commissionato da Sigismondo Attems-Petzenstein intorno al ‘700, e oggi sede di mostre e di esposizioni temporanee.
Infine non si può non visitare la Villa Coronini, sede dell’omonima Fondazione che si occupa della conservazione delle raccolte del Conte Guglielmo Coronini, e di una Pinacoteca dove sono custoditi opere di importanti artisti dal XVI al XX secolo come il Tintoretto, Rubens, Monet e tanti altri.

Foto di Gorizia

Località nella stessa regione

Strutture in rilievo