Cerca
headregioni
News ed eventi

CrackPocalypse: dal 21 al 24 giugno a Roma

Si terrà dal 21 al 24 giugno a Roma, presso le gallerie del Forte Prenestino, l’ottava edizione di CrackPocalypse, evento tutto dedicato al mondo dei fumetti e dell’arte disegnata. Per ben [...]

Leggi tutto >>

Il Salone del Cioccolato: dal 22 al 25 marzo a Ostia

Si terrà dal 22 al 25 marzo la prima edizione del Salone del Cioccolato di Ostia, un evento interamente dedicato al mondo del cioccolato ed organizzato dal Museo del Cioccolato [...]

Leggi tutto >>

Yo!Urban Dance Fest: dal 18 al 20 marzo a Roma

Ritorna dal 18 al 20 marzo al Palacavicchi di Roma, l’appuntamento con Yo!Urban Dance Fest, il festival interamente dedicato al mondo dell’hip-hop e della nuova gestualità metropolitana. Dopo il grande [...]

Leggi tutto >>

Informazioni turistiche su Albano Laziale

Albano Laziale è uno dei centri più importanti dei Castelli Romani , situato a 378 metri d’altezza sulle pendici dei Colli Albani a sud-ovest dell’omonimo lago. I primi insediamenti umani nell’area di Albano Laziale risalgono al periodo preistorico come è testimoniato da numerosi ritrovamenti archeologici risalenti soprattutto all’Età del Ferro. Nel corso del regno di Tullio Ostilio vennero costruite la maggior parte delle ville in seguito abitate dai patrizi romani, cosa che diede una assetto definitivo al territorio di “Albanum”, contribuendo molto anche al popolamento della zona. Molto importante per lo sviluppo sia urbanistico che demografico della cittadina fu anche la costruzione dell’accampamento della II Legione Partica, fortemente voluto dall’Imperatore Settimo Severo per ragioni di sicurezza. Nel corso dei secoli successivi Albano subì una serie di occupazioni, fu sotto il controllo della Santa Sede e proprietà della famiglia Savelli, alla quale rimase legata per lungo tempo. Nel 1168 Albano fu distrutta e cominciò a risorgere solo dieci anni più tardi grazie appunto alla famiglia Savelli. Albano fu sottoposta nei secoli successivi ad una serie di saccheggi ad opera di Federico II prima e della Santa Sede poi, mentre solo tra il 1600 e il 1700 conobbe un periodo di sostanziale stabilità, divenendo anche una meta turistica di un certo riguardo. Due episodi, piuttosto dolorosi, hanno segnato la storia di Albano Laziale: il terremoto del maggio 1829 e l’epidemia di colera del 1867. Oggi la città presenta un aspetto prevalentemente seicentesco nel quale si inseriscono elementi moderni che hanno rimediato ai danni causati dai bombardamenti del 1944.

Da vedere

Da vedere c’è senza dubbio il Cisternone, una grandiosa cisterna a cinque navate scavata nella roccia e coperta a volta che un tempo aveva la funzione di deposito d’acqua per il legionari romani, il Museo Civico Albano e del Lazio Latino, presso il quale sono conservati reperti dalla preistoria al III secolo. Da visitare è anche la Villa Comunale, con i suoi magnifici giardini all’italiana dell’ex-villa Doria e nei quali sono conglobati i ruderi della Villa di Pompeo Magno, Porta Pretoria, che costituiva l’ingresso principale dei “Castra Albana”, ovvero l’accampamento di Settimo Severo, la bella Chiesa di Santa Maria della Rotonda, ricavata da un ninfeo dell’antica villa romana, e la Tomba degli Orazi e dei Curazi, un imponente sepolcro a forma di parallelepipedo. Molti sono anche i luoghi da visitare nei dintorni, come Ponte Ariccia, il Lago di Albano, e i Castelli Romani, altri 13 oltre ad Albano. Tra gli eventi che si tengono in città da ricordare è la Festa di San Pancrazio, patrono di Albano, nel corso della quale si tiene anche una fiera.

Foto di Albano Laziale

fotogalleryfotogalleryfotogalleryfotogallery
Powered by

Località nella stessa regione

Strutture in rilievo

Hotel Miralago
Hotel tre stelle Albano Laziale