Cerca
headregioni
News ed eventi

Tipicità Made in Marche Festival: dal 21 al 23 aprile a Fermo

Torna l’appuntamento con Tipicità Made in Marche festival, l’appuntamento che si propone quale volano del cosiddetto turismo esperienziale, ovvero volto alla conoscenza e alla scoperta del territorio attraverso i suoi [...]

Leggi tutto >>

Carnevale di Fano: il 5, 12 e 19 febbraio a Fano

Si terra come ogni anno, il 5, il 12 e il 19 febbraio a Fano l’atteso appuntamento con il Carnevale di Fano, considerato come il più antico d’Italia, visto che [...]

Leggi tutto >>

Festa Nazionale della Befana: dal 2 al 6 gennaio a Urbania

Puntuale come ogni anno torna ad Urbania dal 2 al 6 gennaio la Festa Nazionale della Befana, 4 giorni di appuntamenti speciali all’insegna del divertimento che animeranno il suggestivo borgo [...]

Leggi tutto >>

Informazioni turistiche su Porto San Giorgio

Comune di circa 16mila abitanti in Provincia di Fermo, Porto San Giorgio è riuscito a conservare il suo antico aspetto di borgo marinaro pur avendo sviluppato delle strutture ricettive moderne ed un porto turistico-peschereccio di grande qualità, non a caso considerato come uno dei più importanti non solo della costa adriatica ma dell’intera Europa. Il porto dispone, infatti, di ben 900 posti per le imbarcazioni e può vantare servizi di alta qualità e una grande attenzione alla salvaguardia dell’ambiente e delle acque marine che ha permesso a Porto San Giorgio di meritarsi anche il riconoscimento della Bandiera Blu della Comunità Europea.
Porto San Giorgio viene già citato in alcuni scritti del I secolo, quando la cittadina era nota come “Navale Firmanorum” o “Castrum Firmanorum”, ad indicare cioè come la cittadina costiera fosse fortemente legata alla città di Fermo della quale costituiva probabilmente un naturale sbocco al mare.
Nell’XI secolo la città divenne fortezza ed assunse il nome di Castel San Giorgio, in onore di San Giorgio eletto protettore della città, per poi trasformarsi nel secolo successivo in una “proprietà” del comune di Fermo che per gestirla pagava un canone alla Chiesa. Fu proprio in questo periodo che il Podestà di Fermo e futuro doge di Venezia, Lorenzo Tiepolo, fece erigere la Rocca con lo scopo di difendere la costa e il litorale marchigiano. Nel XVII secolo cominciò un vero e proprio sviluppo urbano che portò alla costruzione del Borgo Marinaro e della Chiesa del Suffragio. Sino alla fine del secolo la pesca era stata praticata solo in maniera marginale, ma successivamente, grazie allo sviluppo delle “paranze” divenne una fiorente attività economica ancora oggi molto prospera. Dopo il grande splendore del periodo napoleonico, Porto San Giorgio entrò a far parte del Regno d’Italia conoscendo, in seguito alla costruzione delle prime infrastrutture ferroviarie, un’ulteriore crescita soprattutto nel comparto turistico.

Da vedere

Da vedere è la già citata Rocca Tiepolo, un bel edificio fortificato del 1267, oggi adibito a teatro all’aperto, Villa Bonaparte, la cui costruzione venne commissionata da Girolamo Bonaparte in occasione del suo soggiorno a Porto San Giorgio tra il 1829 e il 1832, il Teatro Vittorio Emanuele, edificato tra il 1815 e il 1816 su progetto dell’architetto Giuseppe Lucatelli da Tolentino, la bella Chiesa di San Giorgio, in stile neoclassico e costruita nella prima metà del XIX secolo, ed infine la Chiesa del Suffragio, o Chiesa delle Anime Sante, edificata nel 1695 per volere della famiglia Trevisani.

Foto di Porto San Giorgio

fotogalleryfotogalleryfotogalleryfotogallery
Powered by

Località nella stessa regione

Strutture in rilievo