Cerca
headregioni
News ed eventi

‘Ndocciata di Agnone: si ripete il rito del fuoco il 24 dicembre ad Agnone

Puntuale come ogni anno si rinnova l’appuntamento con il classico rito del fuoco, ormai una antica tradizione ad Agnone, suggestivo borgo della Provincia di Isernia. Un rito atteso, quello della [...]

Leggi tutto >>

Informazioni turistiche su Termoli

Comune di 31mila abitanti in Provincia di Campobasso, Termoli si caratterizza per la presenza sul promontorio dell’antico borgo marinaro, sebbene la città si estenda oggi sulla costa e verso l’interno. Il centro propulsore rimane comunque l’area del promontorio dominata dal Castello che è separato dal resto del nucleo cittadino dalle antiche mura di contenimento la cui presenza fa supporre che anticamente questa costruzione avesse una funzione difensiva. Le origini di Termoli, sul cui toponimo non esistono teorie certe, sono antiche viste che numerosi sono i ritrovamenti di insediamenti già in epoca preistorica, sebbene un vero e proprio sviluppo “urbano” si sia avuto solo intorno al X secolo quando venne edificata la Cattedrale che, oltre a testimoniare la presenza di una diocesi, rappresentò anche il punto di partenza per lo sviluppo del borgo. A causa delle invasioni veneziane e turche, dei terremoti e dei continui passaggi di proprietà tra diverse famiglie Termoli visse sino al 1770 dei periodi piuttosto bui, sino a che nel 1847 passò sotto il controllo di Ferdinando II che permise ai termolesi di edificare anche al di fuori dell’antica cinta muraria, incrementando quindi lo sviluppo urbano e cittadino.

Da vedere

Oggi Termoli è conosciuta per essere una apprezzata meta turistica, più volte insignita con la Bandiera Blu per la qualità del suo mare e dei suoi paesaggi, ma anche per il ricco patrimonio artistico che la contraddistingue. Oltre al bel centro storico, di impronta tipicamente medioevale, la prima cosa da vedere è il Castello svevo, di certo il simbolo più rappresentativo della città. A caratterizzare questa costruzione è un’architettura piuttosto semplice, priva di ornamenti e la cui struttura difensiva fa supporre sia stato edificato in epoca normanna, nonostante venga definito “svevo” in seguito alla ristrutturazione voluta da Federico II di Svezia nel 1240. Come detto il Castello era il fulcro di un articolato sistema difensivo e nel tempo è divenuto anche il punto di partenza per l’ampliamento del borgo cittadino. Altrettanto importante è la Cattedrale che sorge sul punto più alto del promontorio e presso la quale sono custodite le spoglie di San Basso e San Timoteo. Tra gli altri edifici di interesse artistico vanno ricordati la Basilica-Cattedrale Santa Maria della Purificazione, la Chiesa San Timoteo, la Chiesa di Santi Pietro e Paolo, la Chiesa della Madonna delle Grazie e la Fontana di Piazza Sant’Antonio. Essendo il porto più grande del Molise, buona parte delle tradizioni di Termoli sono legate al mare come testimoniano la particolare festa di San Basso, nel corso della quale un simulacro del santo viene portato in processione su diverse imbarcazioni fino a ritornare nella città vecchia. La gastronomia termolese si bassa su prodotti ittici e come piatto tipico possiamo assaggiare la rinomata “U’Bredette”, la pasta alla chitarra con ragù di seppie e le secce con piselli, mentre tra i dolci vanno citati le scarpelle di Natale e l’cacate de ciavele,

Foto di Termoli

Località nella stessa regione

Strutture in rilievo