Cerca
headregioni
News ed eventi

Ostuni Ars Nuova Music Festival

Si apre quest’anno la prima edizione di Ostuni Ars Nuova Music festival, il primo festival della nuova musica classica che si svolgerà dal 14 al 17 luglio presso il Foro [...]

Leggi tutto >>

Informazioni turistiche su Ostuni

Tra le località turistiche più rinomate e frequentate del Salento,Ostuni presenta delle origini piuttosto antiche che risalgono addirittura all’Età Neolitica. Il nome deriva dal greco “Astu-neon” che letteralmente significa “città nuova”, sebbene oggi Ostuni sia nota soprattutto con il nome di “La bianca”, a causa del suo suggestivo borgo medioevale, interamente costituito da case in calce bianca. Nel corso dei millenni questo territorio ha conosciuto una serie di diverse dominazioni che hanno lasciato tanti segni nella cultura e nel patrimonio artistico della città: dai Messapi agli Ostrogoti, dai Longobardi ai Mori, dagli Svevi ai Normanni passando per gli Aragonesi.
Dal punto di vista geografico, Ostuni sorge su tre colli alle ultime diramazioni delle Murge e fa parte del Comprensorio dei Trulli delle Grotte, mentre al suo interno è possibile individuare un nucleo storico circolare, anche detto “Terra”, che si è sviluppato intorno alla Cattedrale e risulta essere interamente circondato da bastioni aragonesi del XV secolo. Proprio il borgo antico è considerato il gioiello della città in virtù della sua peculiare identità urbanistica che ricorda molto l’intreccio di vicoli, stradine e pendii così tipico delle città arabe.

Da vedere

Tra i monumenti più significativo del centro di Ostuni si deve citare innanzitutto la Guglia di Sant’Oronzo, eretta dal 1771 su progetto del maestro Giuseppe Greco, ed oggi considerato uno dei monumenti in stile barocco più importante dell’intero Salento, nonché il punto di raccordo ideale tra le due “anime” di Ostuni, quella medioevale e sette-ottocentesca. La visita può poi continuare alla Chiesa di San Giacomo in Campostela, in stile romanico, e risalente al 1423 quando venne edificata per volere di Pietro Caballerio, alla Chiesa di San Biagio, una bella chiesa con annesso monastero abitato dai monaci basiliani, situata proprio alle pendici del monte San Biagio ed oggi considerata come il santuario più antico di Ostuni. Da non perdere è la Cattedrale, vero e proprio capolavoro dell’architettura gotico-romanica, realizzata nella seconda metà del XV secolo e considerata uno dei monumenti più rappresentativi di Ostuni. Tra gli edifici civili da segnalare sono il Palazzo Vescovile, posto nelle prossimità della Cattedrale, oggi sede delle strutture della Curia Vescovile e il Palazzo Municipale, costruito intorno al XIV secolo ma restaurato nel corso del XVIII.
Ma Ostuni deve la sua attrattiva turistica principalmente ai 17 km di costa lungo i quali è possibile ammirare spiagge incontaminate e sabbiose e un mare pulitissimo, pronto ad accogliere anche i turisti più piccoli data l’ottima rete ricettiva.

Gastronomia

Altrettanto famosa è la cucina ostunese basata su prodotti tipici come olio extra-vergine, formaggi, verdure e pesce, per una cucina che premia i sapori poveri e le antiche tradizioni. Tra i prodotti tipici un posto di primo piano è occupato dalle frise, dalla puccia, dai tarallini, senza dimenticare le paste come “li strascenate”, “li lajanedde”, mentre tra i secondi piatti un posto di rilievo è occupato dagli “gnemmariedde” e dai “pulpe all’acite”.

Foto di Ostuni

Località nella stessa regione

Strutture in rilievo

Riva Marina Resort
Hotel quattro stelle Specchiolla

Masseria Bellolio
Agriturismo Carovigno

B&B Antica Stella
Bed and Breakfast Carovigno

Oasi di Mezzaluna Residence
Residence Torre Santa Sabina

Agriturismo salinola
Agriturismo ostuni

Masseria Tutosa
Bed and Breakfast ostuni