Cerca
categorie headregioni

Punti di interesse

L’Università di Bologna ha delle origini piuttosto antiche, tante che numerose fonti storiche la indicano come la prima Università del mondo occidentale. Una storia talmente lunga che inevitabilmente ha finito con l’intrecciarsi con quella di grandi personaggi della cultura europea. In linea di massima si considera quale origine dell’Università di Bologna l’anno 1088, sebbene l’istituzione quale noi oggi la conosciamo ha cominciato a configurarsi solo verso la fine del XI
La Lanterna di Genova, detta anche solo Lanterna, è il faro principale della città ma è anche il simbolo, l’emblema della genovesità nel mondo, ed in quanto tale, fa parte della storia della città. Costruita sul Colle di San Benigno, la Lanterna, alta 76 metri, consiste in una torre su due ordini di sezione quadrata con una terrazza posta sulla sommità di ciascun ordine. Sin dalla sua costruzione la torre
Il Castello Ducale di Corigliano Calabro si erge sulla collina detta del Serratore, proprio nel cuore della città. Costruito da Roberto il Guiscardo intorno alla seconda metà dell’XI secolo , inizialmente il Castello faceva parte di un fitta rete di complesse fortificazioni, costruite per volere del re normanno al fine di tenere sotto controllo le rivolte popolari. In origine la fortezza si presentava molto rozza e primitiva nell’aspetto e utilizzata
Con i suoi otto secoli di vita l’Università di Siena è oggi uno degli atenei più importanti d’Italia, impegnato sia nel settore della formazione sia in quello della ricerca e dei servizi. L’Università venne fondata nel 1240 ad opera del podestà Ildebrandino Cacciaconti che grazie ai finanziamenti stanziati dal sistema comunale decise di dar vita ad un istituto che promuovesse la cultura nella città. Inizialmente ne fecero parte una Scuola
Il Casinò di Sanremo è stato inaugurato il 14 gennaio del 1905 su di un progetto dell’architetto francese Eugenio Ferret. Il suo nome iniziale fu Kursal, mentre la sua destinazione era fondamentalmente quella di teatro dove avevano luogo feste, ricevimenti e spettacoli. Al suo interno però veniva praticato anche il gioco d’azzardo, senza alcun tipo di autorizzazione ufficiale. Fu soltanto nel 1927 quando venne nominato podestà della città di Sanremo
Il Parco Archeologico storico-naturale delle Chiese Rupestri del Materno, anche detto Parco della Murgia Materana, è uno dei parchi più suggestivi e spettacolari della Basilicata, istituito nel 1990 con l’obiettivo di tutelare e valorizzare il territorio della Murgia Materana, ricco di tesori archeologici e naturali. Un intento, questo, consolidatosi quando il Parco è stato inserito, insieme ai Sassi di Matera nella lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO nel 2007. Ed in
Collocato in posizione elevata, proprio su di un poggio nella conca di Aosta, il Castello di Sarre domina l’intero ingresso della Valle e si presenta come un grande edificio dal quale si erge una torre quadrata. L’aspetto attuale risale ai primi decenni del XVIII secolo, sebbene la struttura si articoli intorno ad un nucleo più antico, le cui origini possono probabilmente essere collocate tra l'XI e il XII secolo.
Il Castello d’Evoli sorge nel comune di Castropignano, in Provincia di Campobasso. La sua costruzione risale al periodo della dominazione longobarda, quando un primo impianto venne edificato in prossimità di un precedente fortificazione sannitica. La sua fortificazione e trasformazione strutturale ed architettonica venne invece portata avanti successivamente dai normanni quando il castello divenne un’importante presidio sul tratto Lucerna-Castel di Sangro, importante via per i commerci di quel tempo. Dal 1345
Lo stadio Olimpico di Torino è noto negli ultimi anni come sede di apertura e chiusura dei giochi olimpici invernali del 2006. Lo stadio in principio fu intitolato a Benito Mussolini in quanto fu il Duce stesso che ne decise la costruzione. In seguito divenne stadio comunale ed iniziò ad ospitare le partite della Juventus. L’ultima ristrutturazione è avvenuta nel 2004 proprio in previsione delle Olimpiadi del 2006. Attualmente la capienza complessiva dello
Il nuraghe di Santu Antino, anche denominato “Sa domo de su Re” ovvero “La casa del Re”, è uno dei nuraghi meglio conservati e più maestosi dell’intera Sardegna, situato nel comune di Torralba. I primi interventi di scavo archeologici su questa struttura furono effettuati nel 1935 da Antonio Taramelli per poi proseguire negli anni successivi sino a giungere allo stato attuale della costruzione che vede ancora una porzione di villaggio
Pagina 3 di 121234510...Ultima »