Cerca
headregioni
News ed eventi

Domu Noa: dal 5 al 14 novembre a Cagliari

Prima edizione di Domu Noa evento interamente dedicato al mondo della casa che si terrà dal 5 al 14 novembre presso la fiera Internazionale della Sardegna a Cagliari. Una manifestazione davvero [...]

Leggi tutto >>

Mondo Ichnusa 2011 a Quartu Sant’Elena

Si rinnova anche quest’anno, dal 14 al 16 luglio, l’appuntamento con Mondo Ichnusa, che si svolgerà presso la spiaggia del Poetto di Quartu Sant’Elena, in provincia di Cagliari. Un grande appuntamento [...]

Leggi tutto >>

European Jazz Festival da 26 al 29 maggio a Cagliari

Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con la grande musica grazie all’European Jazz festival che si svolgerà dal 26 al 29 maggio a Cagliari. Una manifestazione che dal 2004, anno del [...]

Leggi tutto >>

Informazioni turistiche su Oristano

Situata nella parte settentrionale della pianura del Campidano, Oristano venne fondata nel 1070 dagli abitanti di Tharros, fuggiti dalle invasioni dei Saraceni. La nuova città prese il nome di Aristianis e riuscì a conservare la propria indipendenza almeno fino al 1477, sino alla conquista da parte degli Aragonesi che la trasformarono in un marchesato. Dopo la dominazione aragonese-spagnola, seguì quella piemontese-italiana che durò sino al 1720.
Costituita come provincia autonoma nel 1974, Oristano conserva un ricco patrimonio artistico e culturale del suo “multiforme” passato. Il centro storico della città ha un impianto tipicamente medioevale, il quale è riuscito a conservarsi bene anche perché i quartieri più moderni si sono sviluppati in maniera radiale introno ad esso, non intaccandone, quindi, la conformazione originaria. Dalle strutture composite e date dalla sovrapposizione di generi diversi sono anche gli edifici, i quali, quindi, portano i segni delle diverse dominazioni avvicendatesi.

Da vedere

Tra i luoghi più belli della città va innanzitutto citata Piazza Manno, attraversata la quale si giunge al Duomo e di lì al Palazzo Arcivescovile, uno degli edifici più belli di Oristano. Costruito dai Piemontesi, e modificato all’inizio del XX secolo, il Palzzo è riuscito a conservare la sua struttura originaria, continuando, inoltre, a custodire al suo interno la “Madonna col Bambino”, opera di Memmo Filippuccio. La visita può continuare alla Cattedrale di Santa Maria Assunta, la cui caratteristica più importante è il campanile del ‘400 che la affianca. Costruito dai Lombardi nel 1228 agli inizi del ‘700 il campanile venne ristrutturato, perdendo così il suo stile originario.
Da vedere anche la Chiesa di San Francesco, del 1250, distrutta agli inizi del XIX secolo e successivamente ricostruita, la Torre di Mariano II, unica traccia dell’antica cinta muria andata distrutta e Piazza Eleonora, ritenuta il centro simbolico della città.
Per quanto concerne il folklore, Oristano, un po’ come tutta la Sardegna, è molto legata alle proprie origini e ai rituali dei propri avi. Così ad Oristano avrete la possibilità di assistere a molte feste tradizionali, il cui calendario è scandito da quello dei campi.

Foto di Oristano

Località nella stessa regione

Strutture in rilievo

B&B Rita e Renzo
Bed and Breakfast Riola Sardo