Cerca
headregioni
News ed eventi

Domu Noa: dal 5 al 14 novembre a Cagliari

Prima edizione di Domu Noa evento interamente dedicato al mondo della casa che si terrà dal 5 al 14 novembre presso la fiera Internazionale della Sardegna a Cagliari. Una manifestazione davvero [...]

Leggi tutto >>

Mondo Ichnusa 2011 a Quartu Sant’Elena

Si rinnova anche quest’anno, dal 14 al 16 luglio, l’appuntamento con Mondo Ichnusa, che si svolgerà presso la spiaggia del Poetto di Quartu Sant’Elena, in provincia di Cagliari. Un grande appuntamento [...]

Leggi tutto >>

European Jazz Festival da 26 al 29 maggio a Cagliari

Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con la grande musica grazie all’European Jazz festival che si svolgerà dal 26 al 29 maggio a Cagliari. Una manifestazione che dal 2004, anno del [...]

Leggi tutto >>

Informazioni turistiche su Porto Torres

Porto Torres è situato su di una piana che degrada verso il mare del Golfo dell’Asinara ed è oggi considerato come uno dei centri più importanti della Sardegna. I primi insediamenti in questo territorio si ebbero già nel periodo preistorico come è testimoniato dai numerosi resti di villaggi preistorici, nuraghi e necropoli rinvenuti nell’area turritana. L’antica città di “Turris Lybisonis”, veniva chiamata anche “Iulia” per questo la sua fondazione viene attribuita a Cesare che nel 46 a.C. soggiornò proprio in Sardegna. Proprio in questo periodo si svilupparono le attività portuali e commerciali con altri centri romani della Sardegna, in particolar modo con Karalis, ma anche con molte altre città dell’Italia, specialmente con Ostia. Nel periodo medioevale, invece, Porto Torres assunse importanza grazie al fatto di essere diventata sede episcopale, sebbene a causa delle continue invasioni vandaliche e saracene la città conobbe un periodo di declino. Risorse con la costituzioni dei giudicati, quando Porto Torres divenne nuovamente un’importante centro commerciale, stabilendo relazioni con i pisani e con i genovesi. Tra la seconda metà dell’XI e l’inizio del XII secolo si apre un nuovo periodo di crisi dovuto alla crescita di importanza di Sassari che da “villa” si trasforma in comune. Con il venir meno del potere giudicale, Porto Torres diventa satellite del comune sassarese, conoscendo nei secoli successivi la dominazione degli Aragonesi e dei Savoia.

Da vedere

Nel territorio di Porto Torres è possibile visitare numerosi complessi archeologici tra i quali si ricordano le Terme Centrali, anche dette Palazzo di Re Barbaro, il Ponte Romano, il più grande della Sardegna, le Catacombe di Tanca Borgona e di Piazzale Amsicora, senza contare i molti Nuraghi e i reperti di epoca preistorica, come la Necropoli di Su Crocifissu Mannu e la Necropoli di Li Lioni. Di grande interesse è poi la Basilica di San Gavino, la chiesa romanica più grande dell’isola, così come le Terme Maetzke e la chiesa ottocentesca di San Gavino a Mare, o “di Balai”, costruita dove si dice siano sepolti i primi martiri turritani. Da non perdere sono anche il Museo Archeologico Nazionale Antiquarium Turritano, il Parco Archeologico, che si estende dall’antico molo Turritano, e il Museo del Mare. Tra gli eventi più importanti da ricordare è senza dubbio la Festa in onore di San Gavino che coincide con la domenica di Pentecoste ed è solitamente detta Festha Manna, ovvero “Festa Grande”.

Foto di Porto Torres

Località nella stessa regione

Strutture in rilievo