Cerca
headregioni
News ed eventi

Ecco dove trovare le offerte speciali capodanno 2013 in Italia

Come per qualunque cosa voi necessitiate di cercare, anche per quanto riguarda le offerte speciali per il capodanno 2013 in Italia, la rete si rivela essere il miglior amico e [...]

Leggi tutto >>

Flower Film Festival: dall’11 al 15 luglio a Castell’Azzara

Si svolgerà dall’11 al 15 luglio a Castell’Azzara, la sesta edizione del Flower Film festival, evento internazionale di cinema dedicato alle espressioni e alle manifestazioni della natura e dell’arte, ideato [...]

Leggi tutto >>

Poveri ma Buoni: il 5 luglio a Firenze

Si terrà il 5 luglio a Firenze, Poveri ma Buoni, evento organizzato nell’ambito del progetto regionale Vetrina Toscana 2012 dai CAT Provinciali di Confesercenti e Confcommercio in collaborazione con Unioncamere [...]

Leggi tutto >>

Informazioni turistiche su Piombino

Comune di circa 35mila abitanti in Provincia di Livorno, Piombino, nota località costiera, è la città principale della Val di Cornia, situata sull’omonimo promontorio dal quale è possibile ammirare uno splendido panorama su tutto l’Arcipelago toscano. L’odierna città corrisponde all’antico porto romano di Falesia che si sviluppò notevolmente dopo la distruzione della vicina Populonia a causa dei ripetuti attacchi dei Longobardi. Dal punto di vista storico la città di Piombino, particolarmente nota per la presenza di numerosi giacimenti ferrosi che hanno rappresentato una delle fonti economiche più importanti della città, è stata sotto il controllo della Repubblica Pisana sino al 1399 alla quale seguì la dinastia degli Appiani, prima come signoria e poi come principato. In seguito il Re di Napoli offrì Piombino alla dinastia dei Ludovisi, ma la città cadde nel 1646 sotto il controllo dei francesi dal quale riuscì a liberarsi qualche anno dopo grazie all’aiuto degli spagnoli. Nel 1805, dopo essere nuovamente passata sotto controllo francese, Napoleone Bonaparte decise di cederla alla sorella Elisa che la tenne sino a quando il Congresso di Vienna la assegnò all’Arciduca Ferdinando d’Austria. La cittadina rimase sotto il suo controllo sino al 1861, quando poi entrò a far parte del Regno d’Italia.

Da vedere

Oggi la città conserva numerose testimonianze sia storiche che artistiche di questo suo travagliato passato, testimonianze che, insieme alle bellezze naturali della zona, hanno fatto di Piombino una meta affascinante e sicuramente da visitare.
Tra i monumenti più interessanti vanno citati il Museo del Castello e della Città, la cui bellezza è ritornata alla luce grazie ad una consistente opera di restauro che ha permesso di riscoprire tesori importanti del XII secolo, la Cappella della Misericordia, la chiesa più antica di Piombino che del suo aspetto originario ha conservato solo la parte inferiore della facciata, e la Chiesa di Sant’Antimo, detta anche “Tarsinata” fatta costruire dalla corporazione dei marinai, della quale rimangono parti originali come l’absdi, e la Fontana dei Canali, introno alla quale si svolgeva anticamente la vita cittadina. Tra gli altri monumenti religiosi vanno ricordati la cappella della Cittadella, realizzata intorno al 1465, la Cappella della Madonna della Neve, oggi sede delle suore dell’Ordine di Santa Madre Teresa di Calcutta, e la Chiesa dell’Immacolata, costruita nel 1899. Tra le architetture civili ricordiamo il Palazzo Comunale, eretto nel 1444 da Nanni di Magio, la Casa delle Bifore, presso la quale è ospitato l’archivio storico della città, Palazzo Appiani, prima residenza dell’omonima famiglia, e l’antico Bastione di San Benedetto, costruito nel 1212, dal quale si può godere una vista incantevole sul Canale di Piombino e sull’antico Porticciolo di Marina. Numerosi sono anche gli edifici militari, come il Torrione e la celebre Cittadella, ovvero un complesso architettonico che forma una sorta di città nella città costruito per volere di Jacopo III Appiani, e le torri, tra le quali si citano la Torre del Porto Vecchio e la Torre del Rio Fanale. Per quanto concerne la gastronomia, quella di Piombino si caratterizza per piatti a base di pesce, soprattutto molluschi e crostacei; tra le specialità vanno segnalate lo stoccafisso con patate, il baccalà alla livornese, le acciughe alla povera e le triglie alla livornese, oltre al celebre caciucco, mentre per quanto concerne la cucina di terra, molto tipiche sono le zuppe a base di selvaggina e di verdura.

Foto di Piombino

Località nella stessa regione

Strutture in rilievo

HOTEL ESPERIA
Hotel tre stelle piombino