Cerca
headregioni
News ed eventi

Festival di Saint-Vincent: il 15 novembre a Saint-Vincent

Ventiquattresima edizione per il festival Internazionale della Canzone di Saint-Vincent che si terrà il 15 novembre presso l’omonima città della Provincia di Aosta. Kermesse musicale aperta sia ai singoli cantanti [...]

Leggi tutto >>

Noel au Bourg: mercatini ed eventi a Bard dal 5 dicembre al 6 gennaio

Dal 5 dicembre al 6 gennaio l’antico borgo di Bard in provincia di Aosta si animerà con “Nole au Bourg” una bella manifestazione che per circa un mese farà rivivere [...]

Leggi tutto >>

Informazioni turistiche su Saint Vincent

Saint Vincent si colloca in una conca alla sinistra della Dora Baltea, a circa 560 metri sul livello del mare a circa 27 chilometri da Aosta. Oggi Saint Vincent è conosciuta soprattutto per essere una apprezzata meta turistica e questo grazie ai suoi magnifici paesaggi e agli incantevoli scenari. Le origini del comune sono probabilmente romane, mentre in epoca feudale fu sottoposto alla signoria dei Challant e successivamente a quella dei Perrone San Martino di Orat, mentre verso la metà del ‘400 passò sotto il controllo dei Savoia.
Molti i luoghi da visitare, iniziando dal bel centro storico, molto caratteristico grazie alla presenza delle Rascards, ovvero le tipiche case valdostane in legno, che cominciarono ad essere edificate nel 1600, quando la popolazione di Walser, duramente colpita da una epidemia di peste, cominciò a spostarsi in questi luoghi. Tra i monumenti da vedere è certamente la Chiesa di San Maurizio, situata nella frazione di Moron, sulla collina di Saint Vincent e considerata una delle chiese più antiche di tutta la Valle d’Aosta. La costruzione risale infatti all’XI secolo, sebbene qualche secolo più tardi abbia subito una serie di rifacimenti. Da notare, sui muri esterni, gli stemmi sabaudi che fanno pensare che la chiesa fosse “protetta” dalla famiglia nobiliare. All’interno della chiesa è stato allestito un Museo di arte Sacra che custodisce una Madonna in trono con Bambino, un bacile in rame utilizzato per l’offerta del pane e una bella statua di San Maurizio alta circa un metro e mezzo.

Da vedere

Da vedere sono anche la Parrocchia di San Vincenzo Martire la quale un tempo dipendeva dall’Abbazia di Ainav e che può vantare delle origini piuttosto antiche, il Castello degli Challant, del XIII secolo ed appartenuto alla famiglia Passerin d’Entrèves e il Museo di Arte Sacra, mentre tra gli edifici del borgo bisogna citare il moderno Municipio, la futuristica Casa da Gioco, le Buove Terme e il Grand Hotel Billia. Tra le altre attrattive di Saint Vincent non si può non citare il Casinò de la Vallée, una delle case da gioco più importanti d’Europa, presso il quale si tengono anche competizioni tra professionisti.
Per quanto riguarda gli eventi tra i più importanti bisogna citare la festa del “piccolo” San Vincenzo che si tiene il 22 gennaio, mentre dal punto di vista gastronomico Saint Vincent si caratterizza per un cucina tipicamente valdostana con piatti tipici come la costella, le zuppe, la fonduta e la peulà, mentre tra i dolci da assaggiare sono le tradizionali pere “Martin sec” e la famosa coppa dell’amicizia.

Foto di Saint Vincent

fotogalleryfotogalleryfotogalleryfotogallery
Powered by

Località nella stessa regione

Strutture in rilievo