Cerca
categorie headregioni

Punti di interesse - Monumenti

La Lanterna di Genova, detta anche solo Lanterna, è il faro principale della città ma è anche il simbolo, l’emblema della genovesità nel mondo, ed in quanto tale, fa parte della storia della città. Costruita sul Colle di San Benigno, la Lanterna, alta 76 metri, consiste in una torre su due ordini di sezione quadrata con una terrazza posta sulla sommità di ciascun ordine. Sin dalla sua costruzione la torre
Il Castello Ducale di Corigliano Calabro si erge sulla collina detta del Serratore, proprio nel cuore della città. Costruito da Roberto il Guiscardo intorno alla seconda metà dell’XI secolo , inizialmente il Castello faceva parte di un fitta rete di complesse fortificazioni, costruite per volere del re normanno al fine di tenere sotto controllo le rivolte popolari. In origine la fortezza si presentava molto rozza e primitiva nell’aspetto e utilizzata
Il Parco Archeologico storico-naturale delle Chiese Rupestri del Materno, anche detto Parco della Murgia Materana, è uno dei parchi più suggestivi e spettacolari della Basilicata, istituito nel 1990 con l’obiettivo di tutelare e valorizzare il territorio della Murgia Materana, ricco di tesori archeologici e naturali. Un intento, questo, consolidatosi quando il Parco è stato inserito, insieme ai Sassi di Matera nella lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO nel 2007. Ed in
Collocato in posizione elevata, proprio su di un poggio nella conca di Aosta, il Castello di Sarre domina l’intero ingresso della Valle e si presenta come un grande edificio dal quale si erge una torre quadrata. L’aspetto attuale risale ai primi decenni del XVIII secolo, sebbene la struttura si articoli intorno ad un nucleo più antico, le cui origini possono probabilmente essere collocate tra l'XI e il XII secolo.
Il Castello d’Evoli sorge nel comune di Castropignano, in Provincia di Campobasso. La sua costruzione risale al periodo della dominazione longobarda, quando un primo impianto venne edificato in prossimità di un precedente fortificazione sannitica. La sua fortificazione e trasformazione strutturale ed architettonica venne invece portata avanti successivamente dai normanni quando il castello divenne un’importante presidio sul tratto Lucerna-Castel di Sangro, importante via per i commerci di quel tempo. Dal 1345
Il nuraghe di Santu Antino, anche denominato “Sa domo de su Re” ovvero “La casa del Re”, è uno dei nuraghi meglio conservati e più maestosi dell’intera Sardegna, situato nel comune di Torralba. I primi interventi di scavo archeologici su questa struttura furono effettuati nel 1935 da Antonio Taramelli per poi proseguire negli anni successivi sino a giungere allo stato attuale della costruzione che vede ancora una porzione di villaggio
Il Castello del Buonconsiglio è il più grande ed importante complesso monumentale del Trentino Alto Adige. Edificato sopra i resti di un antico castrum romano ai principi del XIII secolo, il castello ha ricoperto nel corso dei secoli delle funzioni diverse, essendo stato per lungo tempo residenza dei principi vescovi di Trento per poi essere adibito ad altri usi. L’attuale struttura del Castello è il risultato di una serie di
Il Castello di Fenis si trova nell'omonimo comune in Val d’Aosta ed è una vera e propria icona medievale per la sua esemplare architettura quasi surreale. Proprio per il suo fascino che viene completato dalle numerosi torri e dalla doppia cinta muraria merlata il Castello di Fenis è la principale attrazione turistica del posto. Il Castello è appartenuto ai signori di Challant fino al 1716, ed analizzandone la posizione “scoperta” rispetto ad
Il Castello di Gradara, conosciuto anche come Rocca di Gradara, è una struttura medievale che sorge a circa 142 metri sul livello del mare nell’omonimo comune al confine tra la Romagna e le Marche. Attualmente il Castello è di proprietà Demaniale ed è sede di eventi culturali, in passato invece a causa della sua posizione strategica ha fatto da sfondo a diverse lotte e guerre tra casate nobiliari e lo Stato
I trulli sono delle costruzioni tipiche della Puglia centro-meridionale a forma conica, realizzate in pietra a secco. Nonostante nelle zone con i trulli ci siano reperti che risalgono ad epoca preistorica, non ci sono trulli tanto antichi, in quanto probabilmente per motivi economici invece di riparare eventuali costruzioni danneggiate, conveniva di più abbatterle e realizzarle da capo riciclandone il precedente materiale. La zona con più alta concentrazione di Trulli è Alberobello che
Pagina 2 di 512345